Crea sito

Lanci dell'agenzia di stampa AGI sul libro "Doparie, dopo le primarie"

maggio 20th, 2010Comments Off
LIBRI: LE DOPARIE, ULTIMA SPERANZA DELLE DEMOCRAZIE MALATE =
(AGI) - Roma, 20 mag. - C'e' una scena, triste, che piu' di
ogni altra cosa rappresenta la crisi della democrazia
postmoderna: Montecitorio il giovedi' pomeriggio. Sembra Piazza
Venezia il 15 d'agosto, alle 3 del pomeriggio. Il deserto. 
    C'e' una seconda immagine che fotografa quasi altrettanto
bene la medesima crisi: Montecitorio, il mercoledi' mattina. I
parlamentari ci sono, parlano, discutono, si animano. Dopo un
po' si sgonfiano, si afflosciano sui divanetti, si disperdono.
Qualcuno tra i banchi dell'Aula, qualcun altro nelle
commissioni o negli uffici. No, non e' solo la scarsa presenza
dei deputati il male della democrazia, ma l'insostenibile
leggerezza del dibattito politico ispirato dal Pensiero Unico:
ha svuotato le Camere della loro ragion d'essere, sostituendo
quella che i Padri di un tempo avevano denominato centralita'
istituzionale del Parlamento con un vago - e vagamente
teistico -  leaderismo. Risultato: segretari o capi carismatici
eletti con plebisciti di dubbia affidabilita'. che comandano su
parlamentari selezionati uno ad uno, come gli asparagi
selvatici in mezzo alla cicoria, prima di essere messi in lista
per scaldare uno scranno. Deprimente. Eppure questo e'
esattamente cio' che si voleva evitare, con l'investitura
diretta del leader.
    Come una volta nel ciclismo, qui c'e'qualcosa di
sbagliato, e c'e' molto da rifare. Ecco, suggerisce un giovane
ricercatore del Cnr che ha collaborato con le migliori
universita' di mezzo mondo, una soluzione ci sarebbe: le
Doparie. Le che?, verrebbe da dire, anche perche', con quel
nome, evocano suggestioni di democrazie drogate e imprese
sportive naufragate sui verdetti di commissioni mediche e
farmacologiche. 
    Le Doparie, certo. Il ragionamento e' semplice, quasi
elementare, e Raffaele Calabretta lo elabora in un agile
libretto intitolato Doparie, dopo le primarie. Lo pubblica
Nutrimenti, conta 257 pagine e costa 14 euro, quanto un paio di
flaconi di antistaminici.(AGI) 
Nic  (Segue)
201513 MAG 10


LIBRI: LE DOPARIE, ULTIMA SPERANZA DELLE DEMOCRAZIE MALATE (2)=
(AGI) - Roma, 20 mag. - Basta leggere il titolo per capire
l'arcano: le Doparie sono esattamente speculari alle primarie.
Nel senso che, tracciando su un foglio di carta millimetrata
l'asse delle ordinate che si interseca diligentemente con
quello delle ascisse, e ponendo lungo quest'ultimo il momento
della proclamazione del leader, si avrebbero ad eguale distanza
da esso, in due quadranti diversi, le une e le altre. Fuori
dagli schemi della scienza politologica: prima si sceglie in
base alle promesse, poi si va a vedere, a distanza di qualche
tempo, che ne e' stato. Scopo dell'esercitazione: misurare il
coefficiente di felicita' dell'elettore errante. The Pursuit of
Happiness, sognavano gia' i federalisti americani. Si', perche'
altrimenti la democrazia a cosa serve?
Esempio di applicazione pratica di questa nuova teoria dei
sistemi politici (suggerito a pagina 150 del testo): Chi si
ricorda dopo le elezioni del 2008 la promessa di Berlusconi di
eliminare il pagamento del bollo auto? Chi rammenta il fatto
che Veltroni aveva giustificato la scelta di rompere l'Unione
con la necessita' di formare con l'Italia dei Valori un gruppo
parlamentare unico che portasse avanti un programma
condiviso.(AGI) 
Nic  (Segue)
201513 MAG 10


LIBRI: LE DOPARIE, ULTIMA SPERANZA DELLE DEMOCRAZIE MALATE (3)=
(AGI) - Roma, 20 mag. - Immaginiamo a questo punto la naturale
controdeduzione: la solita lamentela alla Guglielmo Giannini,
per cui  i politici sono tutti una manica di bricconi che ti
intortano il discorso per fare quello che gli pare a loro.
Errore: le doparie possono anche riservare piacevoli sorprese,
sia per l'elettorato attivo che per quello passivo. Il politico
o il partito che si sottopongono al procedimento mica devono
per forza finire sfiduciati. Al contrario: hanno la
possibilita' di spiegare le loro ragioni, di dire perche' al
posto di fare questo o quello hanno fatto dell'altro. E mica
e' detto che la gente sia sciocca, e partecipi al riesame per
il solo gusto di tirare i pomodori. Al contrario: verrebbe
doppiamente coinvolta nel processo di selezione e controllo
della classe dirigente, con un evidente rafforzamento del
legame governanti-governati, e la democrazia trionferebbe.
Semplice e chiaro.
    Per concludere un'annotazione: Calabretta non scrive un
saggio di politologia, pieno di diagrammi che nessuno leggera'
mai e ragionamenti che inducono alla catarsi del velopendulo
(la parte del palato con cui russiamo). Al contrario, il suo e'
un racconto che mischia, non senza geniaccio, il saggio con il
romanzo con le memorie con gli SMS e i messaggi di posta
elettronica. E' la storia, semiautobiografica, di un
ricercatore che balla la danza del precario. Ogni ulteriore
commento e' inutile.(AGI)
Nic
201513 MAG 10

Doparie Press |

About dopariepress

» has written 726 posts

Comments are closed.
 

Il progetto scientifico Doparie sui Social Network