Crea sito

I “lettori forti” fanno le primarie: svelato il regolamento

luglio 17th, 2014Comments Off
I “lettori forti” fanno le primarie: svelato il regolamento

Filippo La Porta ci ha inviato il regolamento delle “primarie dei lettori forti“.  Progettato per la regione Marche, l’esperimento-pilota consiste nella scelta dei protagonisti dei festival letterari attraverso un gruppo di persone che indicano quali ospiti vorrebbero. La Porta ha lanciato la proposta con un recente articolo su L’Espresso, a cui abbiamo dedicato un post.

Nell’immaginare le primarie per gli ospiti dei festival letterari, La Porta si è fatto in qualche modo influenzare dal meccanismo delle doparie (riguardo al quale ha scritto diversi articoli; vedi Corriere della Sera).

Ecco il regolamento in anteprima:

  1. Le primarie dei lettori forti sono una proposta per introdurre un elemento di qualità  nella promozione della lettura: si coinvolge il cittadino-lettore, o lettore-elettore (contrapposto al lettore come consumatore passivo) per sapere  le sue preferenze circa gli scrittori  da invitare nei  festival letterari della sua città (o Regione)
  2. In previsione di una loro attuazione su  scala nazionale, soprattutto  in relazione con le Città del Libro (quelle dove si svolgono festival, rassegne, fiere, reading letterari, etc.) si organizza una primaria  dei lettori forti in alcune città delle Marche come esperimento-pilota
  3. Le primarie dei lettori forti si svolgono nelle librerie che aderiscono al progetto e che verranno indicate pubblicamente  15 giorni prima della scadenza elettorale
  4. E’ automaticamente un “lettore forte” chiunque partecipa alla  elezione primaria in corso (non ci sono esami o patentini)
  5. Per votare è necessario fornire un documento e poi indicare su apposita scheda tre autori italiani  e tra autori stranieri che si intende invitare nei festival letterari che si svolgono nelle città marchigiane (San Benedetto, Civitanova, Fabriano, etc.). Inoltre  al lettore-elettore è richiesto di citare di ogni autore un’opera specifica e ad aggiungere un proprio aggettivo  di “valutazione” (proprio perché l’intera iniziativa persegue una qualità della lettura), per convalidare il voto
  6. La elezione primaria marchigiana  dura una settimana, da domenica 20 luglio a domenica 27 luglio
  7. I risultati saranno divulgati nel corso del  festival “Futura” di Civitanova (ultimi giorni di luglio). Vanno considerati non  strettamente vincolanti per le scelte  future dell’Amministrazione  anche se, ovviamente, avranno un peso significativo

E’ importante notare che perché il voto sia valido, nella scheda elettorale il lettore-elettore deve citare un’opera dello scrittore prescelto insieme a un aggettivo di valutazione. Quindi, nelle primarie dei lettori forti l’aspetto “personalistico” (l’indicazione di persone - come nelle primarie politiche) è mitigato dalla convalida del voto, che richiede la selezione e valutazione di opere letterarie.

La presentazione di Futura 2014. Da sinistra Alfredo Di Lupidio, Rosetta Martellini, Tommaso Corvatta, Gino Troli e Filippo La Porta. [foto di cronachemaceratesi.it]

La presentazione del Festival di Civitanova Marche “Futura” 2014. Da sinistra Alfredo Di Lupidio, Rosetta Martellini, Tommaso Corvatta, Gino Troli e Filippo La Porta. [foto di cronachemaceratesi.it]

Doparie Press |

About dopariepress

» has written 726 posts

Comments are closed.
 

Il progetto scientifico Doparie sui Social Network