Crea sito

Florilegio dichiarazioni su Primarie centrosinistra

novembre 27th, 2012Comments Off
Florilegio dichiarazioni su Primarie centrosinistra

Massimo Giannini (Repubblica Tv): «Strepitosa domenica delle primarie».

Gianfranco Pasquino (intervistato dal Messaggero):  «Il punto fondamentale è che bisogna fornire un’opportunità ai cittadini. E infatti le primarie sono una offerta alla quale una parte consistente dell’elettorato di centrosinistra risponde: sì, voto; voglio contare».

Giovane Italia Bologna (Repubblica Bolognatitolo: Primarie anche nel Pdl): «L’iniziativa  non è contro il partito né contro qualcuno, e non è un’occupazione perché non blocchiamo attività. E’ un presidio della serietà e delle regole del partito». ”Giovane Italia Bologna – recita il cartello – Presidio per le primarie #senzapaura #occupypdl”

Romano Prodi (intervistato dal Mattino): «Io spero che questo senso di partecipazione diventi obiettivo comune a tutti i partiti e quindi anche al centrodestra. O si ripristina una struttura seria e organizzata dei partiti, e cioè con la democrazia interna prevista dalla costituzione e con le sacre regole di sana politica, oppure l’unico elemento di appello alla democrazia vera diventano le primarie».

Beppe Grillo (BeppeGrillo.it: titolo del post: “Le primarie dei folli”) «Le secondarie, terziarie, nullarie del pdmenoelle di questa domenica di novembre 2012 [...] sono una rappresentazione senza contenuti, un’auto celebrazione di comparse, un grottesco viaggio nella pazzia».

Achille Occhetto (intervistato da Repubblica):  «Il Pd deve raccogliere questa meravigliosa ondata di partecipazione popolare».

Arturo Parisi (intervistato dal Mattino): «E’ il momento di riconoscere le primarie aperte come uno strumento stabilmente acquisito alla nostra democrazia».

Romano Prodi (intervistato da Repubblica):  «C`è poco da fare, il meccanismo funziona. E soprattutto la gente ha voglia di partecipare sempre più alle decisioni. Giustamente».

Doparie Press |

About dopariepress

» has written 726 posts

Comments are closed.
 

Il progetto scientifico Doparie sui Social Network