Crea sito

Consultazione Spd per governo Turingia: sì a trattative con Linke e Verdi

novembre 5th, 2014Comments Off
Consultazione Spd per governo Turingia: sì a trattative con Linke e Verdi
Nuova consultazione degli iscritti della Spd in Germania, questa volta a livello locale – nel Land della Turingia -
per decidere con chi allearsi per formare un governo dopo le elezioni di Settembre. Mentre a livello nazionale, i 475 mila iscritti della Spd a fine 2013 avevano deciso di allearsi con la CDU di Angela Merkel (vedi qui), nella consultazione locale i 4 mila iscritti della Spd della Turingia hanno votato per avviare trattative con la Linke e i Verdi (vedi sotto lanci delle agenzie di stampe ASCA, Adnkronos e ANSA, e articolo del Fatto Quotidiano).

Alla consultazione hanno partecipato circa 3300 iscritti (77,5%): 2310 (70%) hanno approvato l’avvio delle trattative per la formazione del governo con la Linke e i Verdi, mentre 990 (30%) hanno votato contro.

Dal sito della Spd della Turingia, si apprendono particolari importanti della consultazione (decisa dall’esecutivo del partito il 29 settembre): dopo gli incontri esplorativi con CDU, Linke e Verdi, la dirigenza del partito aveva espresso una preferenza verso un’alleanza con questi due ultimi; il testo del quesito nella scheda elettorale ha recepito questa raccomandazione e non ha previsto l’opzione di voto di una possibile alleanza con la CDU; il voto si è svolto via posta (dal 20 ottobre al 3 novembre), e ha carattere vincolante (superato il quorum del 20% degli iscritti).

Un articolo della Süddeutsche Zeitung informa che alla fine delle trattative per la formazione del governo, Spd e Verdi consulteranno i propri iscritti.
______________________________________________________________________________________________
Germania, in Turingia la Spd si allea con la Linke 
 asca_277-0-70986_20141104_001043
Il 70% vota per coalizione rosso-rosso-verde e non con Cdu (ASCA) – Roma, 4 nov 2014 – I militanti della Spd in Turingia, Land orientale tedesco con capitale Erfurt, hanno votato a grande maggioranza per avviare le consultazioni a favore di una futura coalizione rosso-rosso-verde – formata cioe’ da Spd, Linke (La Sinistra, ndr) e Verdi – che potrebbe far eleggere il primo governatore della formazione nata dalle ceneri del partito comunista che guido’ la Germania dell’Est. E’ stato quasi il 70% dei componenti del partito (69,93) che fu di Willy Brandt a votare a favore dell’avvio delle trattative, ha dichiarato la Spd locale. Hanno partecipato alla votazione il 77,5% dei circa 4.300 iscritti. Il candidato di punta della Linkspartei, Bodo Ramelow, ha buone chance di essere eletto ministro-presidente del Land a dicembre. Alle elezioni che si sono svolte a settembre nella regione che conta Jena tra le citta’ piu’ importanti, il partito socialdemocratico era precipitato al 12% dei consensi, piazzandosi terzo dietro la Cdu (con cui aveva governato fino ad ora la Turingia) e la Linke. Cuc
______________________________________________________________________________________________

Consultazione iscritti Spd in Turingia: sì a governo di coalizione con Linke e Verdi”Germania: postcomunisti per la prima volta alla guida governo Land
 
Erfurt, 4 nov. (Adnkronos/Dpa) – I postcomunisti tedeschi di Die Linke, la sinistra, hanno superato oggi l’ultimo scoglio per poter assumere, per la prima volta, la guida di un governo regionale, quello del Land orientale della Turingia, entrando in un esecutivo con i Verdi e la Spd. La proposta di avviare un negoziato su un’alleanza per un governo di coalizione presieduto dall’ex sindacalista Bodo Ramelow (Die Linke) è stata accettata da una maggioranza del 69,93 per cento degli aderenti alla Spd nel Land nel corso di una consultazione di cui si è comunicato ora l’esito. L’alleanza rosso-rosso-verde metterà la parola fine a 24 anni di governo della Cdu. L’ipotesi di un governo regionale presieduto per la prima volta da un esponente del partito considerato successore della Sed, il partito comunista della DDR, ha alimentato un forte dibattito nelle ultime settimane in Germania, proprio in coincidenza del 25mo anniversario della caduta del Muro di Berlino. Un dibattito nel quale si e’ inserito con forza il presidente federale, Joachim Gauck con un’intervista alla tv pubblica in cui ha espresso dubbi su Die Linke. “Il partito ha preso abbastanza le distanze dalle convinzioni che fecero sì che la gente venisse repressa qui, da permetterci di fidarci pienamente di loro?”, si è chiesto Gauck, a sua volta originario della Germania orientale. 04-NOV-14″
______________________________________________________________________________________________

(ANSA) – BERLINO, 4 NOV – I socialdemocratici tedeschi dicono sì alla prima coalizione rosso-rosso-verde a guida Linke, ufficializzando l’alleanza con il partito di sinistra radicale in Turingia. La Spd si è pronunciato a maggioranza per l’alleanza che vorrebbe portare al vertice del land l’esponente della Linke Bodo Ramelow. L’ok socialdemocratico arriva sullo sfondo d’una polemica innescata dal presidente della Repubblica, Joachim Gauck, che ha affermato di avere ancora riserve sugli ex comunisti della Linke. ______________________________________________________________________________________________

IlFattoQuotidiano.it

Muro di Berlino, nel 25° della caduta i comunisti tornano al potere in Turingia

La Spd del Land ha detto sì alla proposta di avviare un negoziato su un’alleanza per un governo di coalizione: Die Linke supera così l’ultimo scoglio per assumere la guida di un governo regionale in un esecutivo con socialdemocratici e Verdi. Lunedì il presidente federale Gauck attaccava: “Non so se ci si può fidare di loro”
di F. Q. | 4 novembre 2014
[continua]
______________________________________________________________________________________________

Doparie Press |

About dopariepress

» has written 726 posts

Comments are closed.
 

Il progetto scientifico Doparie sui Social Network