Crea sito

Commento all’articolo di La Porta su “Lettere dei papi, Repubblica e la sinistra”

settembre 27th, 2013Comments Off
Commento all’articolo di La Porta su “Lettere dei papi, Repubblica e la sinistra”

Nel suo articolo su Europa, Filippo La Porta sostiene che cultura cattolica e cultura laica “possano realmente incontrarsi soltanto sul terreno di un “nuovo umanesimo”, [...] capace di confrontarsi con la complessità del presente [...] commisurato ai nostri bisogni reali (in particolare al bisogno di Bene)”.

La Porta, poi, specifica che ha in mente un umanesimo che non è “qualcosa di nobilmente retorico, ma un valore radicato nel sentire di chiunque e dal quale non può prescindere nessuna sinistra “moderna”“.

Mi viene allora da chiedermi: è possibile innescare questo incontro a livello di uomo della strada, o ci si deve per forza accontare dello scambio di missive su Repubblica tra “i massimi esponenti della cultura laica e cattolica”?

Un modo forse c’è ed è quello del coinvolgimento degli elettori dopo le elezioni nelle decisioni cruciali di partito, le cosiddette “doparie” (http://dopariepress.altervista.it; http://fb.com/doparie). Le primarie infatti focalizzano l’attenzione sulle persone e non sulle questioni e, da sole, non risolvono il distacco dalla politica e l’astensionismo elettorale.

Tra le decisioni che i partiti devono prendere e che spaccano da numerosi anni l’opinione pubblica, ci sono quelle che riguardano il testamento biologico e il matrimonio gay, per esempio. Temi, cioè, che toccano centralmente la dignità delle persone e che meriterebbero un dibattito argomentato, serrato, equilibrato tra posizioni laiche e cattoliche, che, invece, per anni non hanno saputo dialogare.

Possiamo ancora permetterci di continuare così?”

 

Doparie Press |

About dopariepress

» has written 726 posts

Comments are closed.
 

Il progetto scientifico Doparie sui Social Network