Crea sito

2012: svolta nella partecipazione

dicembre 21st, 2012Comments Off
2012: svolta nella partecipazione

Il 2012 sarà ricordato come l’anno cruciale per la democrazia partecipativa in Italia?

E’ l’anno delle primarie per la scelta del candidato primo ministro del centrosinistra, con l‘inaspettato alto tasso di partecipazione dopo l’astensionismo record delle elezioni regionali siciliane; ma anche l’anno – innovazione storica, seppure con molti limiti – delle parlamentarie e regionalie online del Movimento 5 Stelle e delle primarie dei parlamentari Pd e Sel (avrebbe potuto essere anche l’anno della trasformazione del Pdl da partito carismatico a partito contendibile con primarie, ma alla fine così non è stato…).

Ma non dimentichiamo che il 2012 è anche l’anno della prima doparia online, sul tema della riforma della legge elettorale (qui l’articolo di Filippo La Porta sul Riformista, qui quello di Vito Gironda su The Front Page, e  qui il video di lancio). Promossa da “Insieme per il PD” con il sostegno diretto dell’On. Sandro Gozi, si è rivelato un successo di partecipazione. La ricerca partecipativa, condotta da ricercatori del Cnr, MIT e Harvard Kennedy School of Government, ha prodotto diversi risultati interessanti; eccone, solo uno, che dovrebbe far molto riflettere i partiti, sempre a caccia di consensi: nel questionario finale, il 52% di quanti dichiarano che alle prossime elezioni politiche nazionali non pensano di votare il PD, dice che lo farebbe “qualora “il PD si impegnasse veramente ad adottare le doparie come sistema decisionale sulle questioni centrali che spaccano il partito”.

Questa sorta di dato predittivo della doparia online viene in qualche modo confermato da quanto succede in autunno: mentre in ottobre la fiducia dei cittadini nei partiti politici crolla al 3% (valore più basso degli ultimi trent’anni), i due turni delle primarie del centrosinistra di fine novembre e inizio dicembre producono nei sondaggi un calo della quota di astensionisti e portano il Pd a vette di consensi insperate.

Durante l’anno, succedono altri fatti di particolare rilievo, a partire dai sei mesi di ricerca alla Stanford University (da gennaio a giugno) con il professor James Fishkin (inventore dei sondaggi deliberativi), dalla cui collaborazione scaturisce ”Lezione per i partiti: ecco il metodo per ascoltare davvero i cittadini” (versione in italiano pubblicata sulla rivista Reset versione in inglese sul sito del Center for deliberative Democracy di Stanford).

A luglio, Giuseppe Civati e Prossima Italia decidono di lanciare la raccolta firme per sei referendum interni al Pd  (i cosiddetti Referendum Pd), con la relativa raccolta firme e proposta di regolamento-quadro (redatta su invito dai ricercatori del progetto di ricerca sulle doparie). I sei quesiti e la proposta di regolamento vengono poi consegnati al segretario del Pd Bersani, che scrive che l’albo degli elettori delle primarie potrà costituire la base per favorire iniziative di democrazia partecipativa come i Referendum Pd.

Anche se tutto ciò rappresenta un passo notevole verso la democrazia rappresentativa partecipativa proposta dal progetto scientifico delle doparie, non è certo sufficiente per colmare l’enorme distacco che si è creato tra cittadini e partiti politici. Perciò ci auguriamo che il 2013 sia altrettanto prodigo di novità partecipative come lo è stato il 2012, e che, in particolare, sia l’anno della sperimentazione in larga scala delle doparie.

Nel frattempo, i migliori auguri buone feste!

P.S.: Informazioni dettagliate su questi e molti altri avvenimenti dell’anno 2012 sono accessibili su questo blog, sul profilo di Doparie Dopoleprimarie e sulla bacheca del Gruppo Doparie su Facebook. Disponibile gratuitamente online è l’articolo Doparies sulla rivista scientifica Sage Open (qui una traduzione libera in italiano), mentre il saggio/romanzo Doparie dopo le primarie si può acquistare a prezzo super scontato sul sito della casa editrice Nutrimenti (disponibile anche su IbsAmazon e la Feltrinelli).

Doparie Press |

About dopariepress

» has written 726 posts

Comments are closed.
 

Il progetto scientifico Doparie sui Social Network